Ricordo di un membro scomparso (Ernesto Muggia)

Ernesto Muggia ci ha lasciato il 26 luglio scorso.
Ernesto ha svolto un ruolo speciale e fondamentale per la WAPR Italia e per la WAPR internazionale, introducendovi il punto di vista e le ragioni dei familiari al di là di ogni logica rivendicativa, ha svolto sapientemente il ruolo di tesoriere, ha vivacizzato il dibattito, sempre pronto a stringere alleanze e ad accogliere con generosità le persone. Ci mancherà.

Le parole che seguono sono di Luigi Benevelli, psichiatra illustre, deputato, amico storico della WAPR e di tutti quelli che hanno lavorato per il rinnovamento e il miglioramento della psichiatria e per i diritti delle persone con disabilità.

"Il 26 luglio scorso è morto all’età di 80 anni Ernesto Muggia, amico e compagno carissimo, presidente onorario di UNASAM, tra i costruttori del movimento delle famiglie e degli utenti dei servizi pubblici di assistenza psichiatrica. In premessa ad ogni suo discorso poneva il dovere, l’urgenza della lotta allo stigma, vera pre-condizione per il raggiungimento di qualsiasi obiettivo di salute mentale.

Lui, che era di famiglia ebraica e sapeva per conoscenza diretta degli eventi cosa vuol dire essere discriminati, respinti, violentati, ci ricordava che a cambiare devono essere sì i persecutori, ma anche le vittime e che le vie del benessere sono assai aspre e richiedono grande applicazione, determinazione, intelligenza delle cose da parte di molti."